Rapidità, efficienza, qualità dei servizi: con MyPA la Regione del Veneto semplifica il dialogo tra amministrazioni locali e cittadini

Una soluzione digitale che permette ai cittadini di accedere facilmente ai servizi del proprio comune e alla Pubblica Amministrazione di migliorare la qualità della propria offerta. È MyPA, lo strumento messo a disposizione dalla Regione del Veneto a tutti gli enti locali nell’ambito del programma Agenda Digitale del Veneto 2020.

Il portale è stato presentato ad una platea di sindaci e amministratori pubblici nel corso del webinar “Un acceleratore digitale per migliorare i servizi al cittadino”, evento online promosso da Regione del Veneto, Agenda Digitale del Veneto e Anci Veneto che si è tenuto martedì 14 luglio.

Di alleanza tra Regione e comuni ha parlato il vicepresidente della Giunta regionale Gianluca Forcolin nell’intervento di apertura. «Quella che presentiamo è una piattaforma che la regione mette a disposizione di tutti i comuni, anche i più piccoli» ha ricordato Forcolin. «Si tratta di una sfida culturale importante e i bandi che abbiamo emesso ci danno ragione: quello da 13 milioni per la convergenza dei sistemi dei comuni, ma anche l’Innovation Lab da 7 milioni di euro per dieci progetti già consolidati. Noi ci crediamo e vogliamo coinvolgere gli amministratori, c’è bisogno dell’aiuto di tutti per avvicinare il cittadino alla macchina amministrativa e semplificargli la vita quotidiana».

Barbara Gasperini, giornalista ed esperta di innovazione ha poi accompagnato la platea in un viaggio virtuale: casi di e-government ed e-residency come in Estonia e Armenia, ma anche esempi virtuosi di startup che nel mondo sostengono l’innovazione digitale delle Pubbliche Amministrazioni.

MyPA è parte di una strategia più complessiva, un network messo in campo dalla Regione che verrà integrato in un ecosistema e crescerà nel tempo. «Abbiamo creato questo portale dopo centinaia di questionari, il risultato è un set di servizi che mette al centro l’utente» ha spiegato Luca De Pietro, Direttore Unità organizzativa Strategie ICT e Agenda Digitale della Regione Veneto. Area personale, mappa dei servizi, motore di ricerca, assistente virtuale: il funzionamento del portale e la possibilità di personalizzare l’esperienza sono state quindi illustrate da Antonino Mola, responsabile dello Sviluppo Comunità e nuovi Servizi della Regione Veneto. La Regione vuole lanciare così una vera e propria comunità della PA per l’innovazione tecnologica, anche attraverso i SAD (soggetti di aggregazione digitale), aggregazioni tra comuni. «In questi mesi drammatici di pandemia abbiamo capito che gli strumenti digitali possono giocare un ruolo fondamentale per la PA» ha sottolineato in conclusione Idelfo Borgo, Direttore Direzione ICT e Agenda Digitale Regione Veneto, «L’importante è fare gioco di squadra e collaborare».